Gli ultimi dieci anni, come sai, sono stati per me una continua trasformazione. Anche se non ho aggiornato il blog, credo tu mi abbia seguita tramite la mail del lunedì(o forse no) e hai visto i miei progressi :).

Tra i vari cambiamenti anche il mio matrimonio <3, alla venerando età di quasi 47 anni, della serie non è mai troppo tardi, o come ha detto mio padre: “Era ora!” :D.

Ma nessuno può mai mettermi fretta :), figurarsi nelle cose dell’amore!

Eppure…eppure…mi ritrovo a riflettere in questo periodo quanto sia cambiato il mio contesto lavorativo. Dopo la chiusura di molte attività classiche, tanti si sono riconvertiti in coach e chi più ne ha più ne metta.

Ormai ci sono coach per ogni cosa, e invariabilmente vogliono migliorarci la vita e ci chiedono l’amicizia su Facebook. Trovo molta somiglianza tra loro e fatico a distinguerli, ma sicuramente è perché non approfondisco molto cosa hanno da proporre.

Ma devo ammettere con rammarico verso me stessa che sanno utilizzare meglio di me i nuovi social in cui fatico ancora a barcamenarmi, perché tra video, reels e stories mi sento ancora inadeguata e non so lanciarmi.

Poi in molti sembrano orientati verso Dubai, le piscine, i macchinoni, con codazzi di gente che li osanna per questi raggiunti status symbols. Per carità nulla di male, a chi non piace viaggiare per il mondo e fare un bel bagno in piscina!

Io, a dire il vero, non sono interessata molto a queste apparenze, se devo scegliere mi piacerebbe stare su una spiaggia solitaria del Devon ad osservare il mare in silenzio. Con la brezza fresca che mi riporta alla vaga memoria ricordi di vite passate e mi fa sognare.

Ma giustamente ognuno ha i propri sogni, io mi auguro di riuscire a combinare i miei con questa socialità moderna in rapida anzi rapidissima evoluzione.

Mi sto impegnando a cambiare, ma non voglio perdere la mia anima, e soprattutto il mio reale desiderio di aiutare e di continuare ad evolvermi non solo superficialmente ma nella sostanza.

Spiaggia nel Devon